La zanzara

Mi sveglio sentendo un ronzio vicino all’orecchio destro. Dopo aver passato anni in una casa infestata dalle zanzare, ormai sono in grado di capire quando una si avvicina troppo alla mia faccia.

Non la vedo -troppo buio- ma la sento bene. Inizio a muovere le braccia in modo inconsulto, sperando che non ne approfitti per pungermi per l’ennesima volta sul braccio, inutile tentativo di allontanarla.

A causa delle zanzare non posso nemmeno ascoltare la musica a letto; la mia profonda repulsione per ogni tipo di insetto che non sia una mosca mi impone di avere sempre i sensi pronti a captare l’arrivo di una di quelle dannate.

La subdola succhiasangue è, però, ancora in agguato, e sento un vago bzzz provenire da un punto indefinito alla mia sinistra.

Cercando la ciabatta sul pavimento con la mano destra e tendendo l’altra verso l’interruttore, mi preparo per la quotidiana battaglia a chi è più veloce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...