Go! Go! Nippon

Dato che non ho voglia non so come spostare contenuti da splinder a wordpress, ho deciso di ripubblicare alcune mie recensioni. Si parte da Go! Go! Nippon, anche per festeggiare l’annuncio delle copie fisiche a 15 $.

Image and video hosting by TinyPic

<<Go! Go! Nippon a € 9,95 sul sito di Mangagamer>>

Prime impressioni su “Go! Go! Nippon” (venerdì 28 ottobre 2011)

Finalmente sono riuscita a fare i miei primi acquisti su Mangagamer! In particolare, ero curiosa di provare Go! Go! Nippon, in parte perché a prezzo budget (9,95 euro), un po’ perché si presenta come una sorta di guida turistica. Inoltre, dagli screenshot si notava che, oltre alla traduzione in inglese, nei box veniva riportato anche il testo in Giapponese!

A dirla tutta, però, ho giocato davvero poco, nonostante io stia già scrivendo un post di “prime impressioni”. Direi primissime, dato che ancora non ho completato la visita di nessun luogo ^_^;; Tuttavia, da quel poco che ho letto/giocato, inizio a scrivermi qualche appunto da approfondire, magari, in una futura recensione.

Innanzitutto, si inserisce il nome del protagonista (teoricamente il tuo; io ho messo “Oliver”, che ovviamente non è il mio nome XD); poi si deve settare il cambio yen-euro/dollaro (da ricordare che il gioco è interamente in Inglese!), per avere un calcolo approssimativo dei costi per i trasporti etc, che verrebbero mostrati su base giornaliera.

Fatto questo, inizia il gioco. Man mano, vengono spiegati vari elementi che possono risultare difficili da gestire per un turista, da come usare le varie tessere prepagate per i biglietti dei treni, ai water giapponesi, universalmente conosciuti per avere miriadi di pulsanti e “strane” funzioni. C’è da dire che il protagonista a volte sembra fin troppo meravigliato, facendo sorgere nel lettore il dubbio o che questi venga da uno sperduto paese isolato e lontano dal progresso, o che semplicemente lo sceneggiatore giapponese avesse un’idea ben vaga del livello tecnologico di europei ed americani XD Non sarò un’esperta di metropolitane, treni e compagnia bella, ma che basti avvicinare il portafoglio con la tessera dentro perché questa venga rilevata dal lettore non mi sembra una cosa fuori dal mondo, anche se devo ammettere di aver visto una simile funzione, qui in Italia, applicata perlopiù agli impianti di risalita in montagna, ma questa temo sia ignoranza da parte mia 😛

Mentre visiti i vari luoghi selezionati, inoltre, una simpatica funzione rimanda, tramite un pulsante dell’interfaccia, alla pagina del posto che si sta “visitando” su Street view di Google, ovviamente in presenza di una connessione ad internet.

“Go! Go! Nippon”, Akira (venerdì 28 ottobre 2011)

Ho terminato la mia prima partita a Go! Go! Nippon- e ne sono piuttosto soddisfatta. Ho seguito il path di Akira, scegliendo di visitare Ikebukuro (Durarara!! <3)-Akihabara (c’è bisogno di dirlo?)-Shibuya (The world ends with you). Ok, la scelta è stata tutta dovuta a light novel/manga/anime/videogiochi, lo ammetto XD

Comunque, le varie visite sono state interessanti; venivano mostrati vari luoghi famosi, man mano accannando ad alcuni elementi peculiari del posto, più o meno noti a noi occidentali. Inoltre, la funzione legata a Google Maps era quel pizzico che dava un po’ più di sapore. La storia è piuttosto semplice (ma da una vn che si presenta come guida turistica, suppongo potesse esserci di peggio), anche se aggiunge quel pizzico di drama sul finale che può piacere, ma anche dare fastidio per via della sua ovvietà.

Le CG non sono molte, ma direi carine, e abbastanza, anche, contando il prezzo decisamente budget. La colonna sonora non è troppo intrusiva; non sono un’esperta di titoli Overdrive, quindi mi limito a riportare che, a quanto pare, diverse melodie sono state riciclate da precedenti titoli. Gli sfondi sono realizzati con molta cura per i dettagli, e trovo che questo sia un punto di forza per un prodotto del genere; anche se avrei fatto a meno di alcuni spezzoni in cui veniva mostrato il cielo ^_^;; Comunque ben disegnato, eh!

Dopo aver finito, si sbloccano alcune funzioni particolarmente comode: 1) una sorta di guida supplementare, con informazioni sui luoghi visitati (con tanto di spiegazione dei termini in Giapponese e le indicazioni per arrivarci; si possono vedere anche gli sfondi); 2) la modalità replay per rileggere le scene già viste (che però non ho ancora provato); e, ovviamente, 3) la CG gallery.

Anche se per il momento è solo un parere parziale, per quanto mi riguarda il gioco è approvato! 😀

“Go! Go! Nippon”, Makoto. Valutazione complessiva (venerdì 28 ottobre 2011)

Ho terminato anche il path di Makoto, completando così al 100% Go! Go! Nippon.

Nel suo path, si visitano alcune località meno giovanili, se comparate con quelle mostrate da Akira: Asakusa, Ginza, Shinjuku e Kamakura. E’ probabilmente qui dove si trovano più riferimenti alla storia e alle tradizioni; tuttavia vengono mostrati anche la Tokyo Tower e lo “Sky Tree”, una torre per la teletrasmissione -ancora in costruzione- che mira a raggiungere i 634 metri d’altezza.

Come al solito, parallelamente alle visite, si sviluppa il rapporto tra il protagonista e la ragazza: la storia di Makoto, però, è decisamente meno melodrammatica rispetto a quella della sorella.

Ormai è inutile ripetere quello che ho già scritto, comunque vorrei sottolineare ciò che mi ha più colpito di GGN: la cura per i dettagli. Certo, non è un capolavoro di narrativa -e non mira nemmeno ad esserlo- tuttavia la struttura della parte dedicata al turismo e quel paio di funzioni semplici ma sfiziose come il cambio yen-euro/dollaro, il collegamento a Google Street View (o alle foto, se non disponibile dell’area. Quante ne ho trovate, alcune davvero belle!), la possibilità di rigiocare le scene già completate e, nel “Sightseeing album” che si sblocca dopo aver completato una volta il gioco, le indicazioni per i treni, lo rendono un prodotto, secondo me, che merita i 10 € spesi.

Ovviamente, ha delle pecche- innanzitutto, una volta giocato giusto due volte per sbloccare tutto il materiale (CG, scene replay e sightseeing album di tutte le località), probabilmente a ben pochi verrà voglia di rigiocarlo.

Avevo sentito voci di possibili espansioni, se avesse venduto abbastanza e ci fosse stata richiesta: mi domando se sia vero. Sarei ben curiosa di visitare (virtualmente, s’intende -_^) altre località!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...